+39 0761 949046
Il nostro vino

Ser Mognano, il nostro vino biologico

Ser Mognano oggi è un vino. In passato fu un coraggioso condottiero tedesco, Her Mugnen, che fece dell’omonimo borghetto una fortezza militare. La vigna è situata proprio alle pendici del pianoro tufaceo su cui sorge il paese, ad un’altitudine di 270m s.l.m.

Uvaggio: 80% Merlot e 20% Cabernet Sauvignon.
Il sistema di allevamento è a cordone speronato e l’età media delle viti è di 15 anni. La vendemmia avviene a settembre/ottobre con raccolta manuale e la resa per ettaro è di circa 45 quintali.

Vuoi acquistare il nostro vino biologico Ser Mognano?

Puoi ricevere il delizioso Merlot Cabernet Sauvignon
Ser Mognano direttamente a casa tua!

Scatola da 6 bottiglie: € 56,00.

Spese di spedizione per l’Italia:
€ 12,00 per la prima scatola, € 3,00 per le scatole aggiuntive.

Tempi di consegna: 3/4 giorni lavorativi dalla data di spedizione.

Ser Mognano

le Caratteristiche

Rosso rubino luminoso, toni vegetali ben integrati con il profumo di piccoli frutti rossi e di ciliegia. Sfumature balsamiche e di chiodo di garofano. Tannino giovanile e ottima freschezza contrapposti a una buona morbidezza e sensazioni pseudocaloriche. Un vino di facile beva.

GLI Abbbinamenti

Vino molto versatile, ideale per accompagnare antipasti di salumi e formaggi, primi piatti, carni e funghi. Da provare con pecorini semistagionati!

Produzione 2018: circa 2000 bottiglie.
Fermentazione alcolica: in acciaio inox per 10 giorni con macerazione sulle bucce.
Affinamento: in acciaio inox e poi in bottiglia.
Gradazione alcolica: 13%.

Coltivare la vite: un amore a prima vista!
Ho svolto la professione di architetto per anni, poi la grande svolta della mia vita: ho acquistato un agriturismo in una delle valli più belle della Tuscia viterbese, con il desiderio fervido di tornare a vivere a contatto con la Natura.
Non avevo mai messo le mani nella terra e non avevo mai osservato da vicino i colori cangianti di un vigneto; mai reso conto di quanto sia faticoso, e spesso senza ritorno economico, il lavoro dell’agricoltore, il lavoro più nobile che possa esistere.

Ser Mognano è il risultato di 4 anni di tentativi, consigli autorevoli, potature, recuperi e tanto sudore… su appena mezzo ettaro di vigna.
Oggi, queste uve Merlot e Cabernet Sauvignon, cominciano ad offrire il meglio di sé, sostenute da un terreno sedimentario e calcareo-argilloso esposto a pieno Sud, di origine marina. I trattamenti sono minimi, nei limiti del metodo Omeodinamico.

Non avendo attualmente una cantina per la vinificazione, ho avuto la grande fortuna di far realizzare il Ser Mognano 2018 e 2019 all’azienda ecosostenibile Trebotti, un’eccellenza italiana.
Un grazie di cuore all’agronomo e vignaiolo Maurizio Doganieri, che mi ha pazientemente seguito ed entusiasmato!

Valeriano Izzo

L’azienda biologica e omeodinamica

All’interno dell’Azienda biologica di 30 ettari, si pratica agricoltura omeodinamica sulla vigna, sull’orto, sul frutteto, sull’oliveto e nella zona destinata a seminativo.
Dopo qualche anno di agricoltura biologica, siamo venuti a conoscenza di un nuovo metodo chiamato Agricoltura Omeodinamica dal suo fondatore Enzo Nastati, che abbiamo avuto la fortuna di conoscere recentemente. Abbiamo quindi deciso di iniziare a praticare questo tipo di agricoltura con grande entusiasmo considerando anche che questi insegnamenti sono una evoluzione dell’agricoltura biodinamica introdotta circa un secolo fa da Rudolf Steiner.

Durante il periodo della vendemmia e della raccolta delle olive, siamo felici di coinvolgere i nostri ospiti a “toccare con mano” la Terra e le sue piante.

Un progetto di sostenibilità ambientale

Ci è stata data una possibilità: vivere come Uomini sul pianeta Terra.
Ne siamo coscienti? Abbiamo mai ringraziato qualcuno?
Forse un modo per esprimere la nostra gratitudine potrebbe essere quello di rispettare questo meraviglioso pianeta che è un paradiso, anche se non ce ne siamo ancora accorti.
Ma se il giorno che ce ne accorgeremo, il pianeta sarà irriconoscibile a causa dei danni ambientali che l’uomo ha fatto nel corso degli anni, come potremo perdonarcelo?
Ognuno di noi può fare qualcosa di concreto nel proprio piccolo. Il cambiamento parte da noi.

Rispetto del mondo vegetale ed animale

Le aziende agricole lavorano per sfruttare le piante e i loro frutti con l’unico intento di raccogliere il più possibile e lavorare e spendere il meno possibile.
Questo approccio ha fatto evolvere o meglio degenerare le modalità di fare agricoltura nel corso degli anni fino all’inverosimile. Oggi si fanno soprattutto monocolture, si usano diserbanti, pesticidi, si modificano geneticamente le piante e ogni sorta di diaboliche invenzioni dell’uomo che stanno provocando danni incredibili alla salute degli animali, dell’uomo stesso e all’intero sistema ecologico.

Una agricoltura consapevole e coscienziosa nel rispetto della Natura e dell’Uomo deve indubbiamente muoversi un tutta altra direzione.

La nostra scelta è quella innanzitutto di raccogliere tutto quello che la natura ci dona in modo gratuito e spontaneo. Si perché in un’Azienda di 30 ettari come la nostra dove ci sono colline e corsi d’acqua le piante spontanee che si possono mangiare sono davvero tante. E così come da noi ce ne sono in tutto il pianeta.

Oltre a questo ci occupiamo anche della Vigna dove produciamo l’uva Merlot e Cabernet Sauvignon con il quale vinifichiamo il nostro rosso Ser Mognano di cui potrete trovare informazioni dettagliate nella parte superiore di questa pagina. Ci occupiamo poi del nostro orto e dei nostri terreni collinari dedicati alle semine stagionali.

Per migliorare l’efficienza della produzione nel pieno rispetto del pianeta abbiamo scelto il metodo Omeodinamico introdotto recentemente dal ricercatore Enzo Nastati. È questo un approccio all’agricoltura veramente meraviglioso dove scienza e amore si sposano in perfetto connubio. Con questo metodo andiamo a conoscere questi esseri viventi che sono le piante, a conoscere il loro carattere, le loro esigenze, le loro debolezze e la loro forza. Solo così possiamo farle crescere bene e sane e raccogliere i frutti che loro ci donano. È un percorso che abbiamo iniziato da poco e che richiederà del tempo, ma abbiamo piena fiducia e siamo entusiasti di aver conosciuto il metodo Trinium.

Produzione di energia

Siamo consapevoli che ad oggi è difficile trovare soluzioni energetiche definitive e realmente rispettose nei confronti del pianeta da tutti i punti di vista. In realtà molte sono soluzioni di compromesso, ma partiamo intanto con quelle, è sempre meglio di niente. Se iniziamo un percorso collettivo in questo senso sicuramente con il tempo si troveranno soluzioni sempre migliori e coerenti.

Quello che abbiamo pensato per iniziare è quindi quello che c’è al momento disponibile sul mercato. Abbiamo allora realizzato un progetto che prevede la produzione di energia da fonti rinnovabili che ci porterà quasi all’autosufficienza.

  • Sostituzione della caldaia a gpl con caldaia a biomassa (gusci di nocciola/noccioli di oliva/pellet) per la produzione di acqua calda ad uso sanitario e riscaldamento – intervento già realizzato con gli aiuti del Conto Termico;
  • Impianto solare termico per l’integrazione dell’impianto di produzione di acqua calda sanitaria e riscaldamento – intervento in attesa di contributi regionali (PSR Lazio 2014-2020);
  • Impianto solare fotovoltaico con accumulo di energia della potenza di 20 Kw per la produzione e lo stoccaggio di energia elettrica – intervento in attesa di contributi regionali (PSR Lazio 2014-2020);

L’Uomo
& la Terra